Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. CHIUDI



cerca

Categoria


Escursioni giornaliere

1.Trekking-Habitat-Scuole-EGS-Escursioni-giornaliere_23

ESCURSIONI GIORNALIERE

Prezzo: € 140,00


Facili escursioni adatte a gruppi scolastici alla scoperta degli animali, della flora e del paesaggio del primo Parco Nazionale italiano, sulle antiche vie di caccia dei Savoia.
Una guida naturalistica- guida esclusiva del parco accompagnerà il visitatore, destando curiosità nuove e spirito di osservazione.


Durante l’escursione saranno quindi affrontati i seguenti argomenti, con metodologie adeguate all’età dei partecipanti:
a) Introduzione al corretto comportamento da tenere in montagna
b) Inquadramento geografico e cenni di antropizzazione
c) Storia del Parco Nazionale del Gran Paradiso e introduzione alle aree protette
d) Vegetazione, fauna e aspetti geomorfologici dell'ambiente circostante


“Un luogo...da Re”
Destinazione: Casa reale di caccia a Orvielle (m 2190) in Valsavarenche
Dislivello: m 595
Tempo di salita: 2.00-2.30 ore
Appuntamento: piazzale di Dégioz
L’antica casa di caccia dei Savoia, ora casotto dei guardiaparco, é la meta di questa straordinaria escursione che porta il visitatore al cospetto delle vette più importanti del Gran Paradiso.
Questo era uno dei luoghi preferiti da Vittorio Emanuele per le sue battute di caccia.
Al ritorno si può raggiungere la fraz. Creton per osservare numerosi esempi ben conservati della tipica architettura valdostana.

" Lo specchio del bosco"
Destinazione: Laghetti di Pelaud (m 1870) in Val di Rhêmes
Dislivello: m 147
Tempo di salita: 2.00 ore
Appuntamento: Rhêmes Notre Dame (davanti alla chiesa)
Una breve escursione che però attraversa diversi ambienti e permette di osservare alcuni angoli caratteristici, il bosco, gli alpeggi, due villaggi ristrutturati rispettando l’architettura tipica di montagna, le pareti rocciose, gli specchi d’acqua popolati da trote e rane rosse, immersi in un boschetto appartato e luminoso... Nei pressi si trova inoltre una antica centrale idroelettrica di metà ottocento.

“ Una valle grandiosa e nascosta”
Destinazione: Piani del Nivolet (m 2400 ~)
Dislivello: 440 m circa
Tempo di salita: 2 ore
Appuntamento: parcheggio di Pont Valsavarenche
La montagna riserva spesso sorprese inaspettate: percorrendo sentieri stretti tra pareti rocciose non ci si aspetta di trovarsi di fronte ad una ampia valle dove un limpido torrente scorre pigramente, disegnando numerosi meandri... Il pianoro del Nivolet dà infatti il senso del grandioso lavoro della Natura che teme solo l’azione distruttrice dell’uomo.

“Il sentiero delle streghe”
Destinazione: Vallone di Sort (m 2300) - Alpe Chaussettaz (m 2191) nella Valle di Rhêmes
Dislivello: 600 m circa
Tempo di salita: 3 ore circa
Appuntamento: Rhêmes Notre Dame davanti alla chiesa
A volte si incontrano dei posti, teatro di leggende che sembrano avere riscontro nell’atmosfera che vi si respira: il castello del Cucco, sperone roccioso sormontato da una croce di ferro, era un luogo, si dice, frequentato dalle streghe che vi celebravano i sabba... Poco più in alto poi, si vedono anche molti alberi abbruciacchiati, colpiti da fulmini…
Chissà? Mera coincidenza?

“ Al centro dell’acrocoro”
Destinazione: Rifugio Benevolo (m 2285)
Dislivello: m 450 ca
Tempo di salita : 2 h
Partenza: Parcheggio di Thumel ( Rhêmes Notre Dame)
E’ consigliabile utilizzare per l’andata il sentiero che costeggia il torrente e permette di ammirare due cascate spettacolari, più rigogliose a inizio estate; giunti a destinazione, una cerchia di cime che culminano a sud ovest con la Granta Parey, accoglie il visitatore.
Per il ritorno si può imboccare la strada sterrata che passa nei pressi dell’Alpe Barmaverain – con il tetto a volta di botte, e Fos, posto in posizione panoramica.

“Il pianoro delle marmotte”
Destinazione: Alpeggi dell'Entrelor (m 2142) nella Valle di Rhêmes
Dislivello: m 420
Tempo di salita : 2 h
Appuntamento: Piazzale di Rhêmes Notre Dame, di fronte alla chiesa
I manuali di geografia potrebbero utilizzare il vallone dell’Entrelor come chiaro esempio di soglia o gradino glaciale, a testimonianza della storia geologica della valle, scavata dai ghiacciai quaternari.
Branchi di camosci, nugoli di marmotte e voli d’aquila e corvi imperiali sono gli altri ingredienti di questa interessante escursione.

“ Un giro da capogiro”
Destinazione: Vallone di Valeille – Cascate di Lillaz (percorso ad anello)
Dislivello: m 100 ca
Tempo di salita : 1 h
Partenza: Parcheggio di Lillaz (Cogne)
Semplice escursione ad anello che partendo da Lillaz, permette di affacciarsi al Vallone della Valeille, dominato dai ghiacciai di Sengie e della Valeille.
Attraverso un bellissimo bosco di larici e abeti rossi, popolato da numerosi scoiattoli e uccelli delle foreste, si giunge ad una balconata di fronte alle incantevoli cascate di Lillaz: qui si consiglia di costeggiare i vari salti d’acqua lungo il sentiero, a tratti ripido, che rientra a Lillaz nei pressi di una piccola centrale idroelettrica.

“ Semplici emozioni”
Destinazione: Vermianaz (m 1729) - Pont des Erfaulets (m 1830)
Dislivello: m 160 ca
Tempo di salita : 1,30 - 2 h
Partenza: Parcheggio di Valnontey (Cogne)
Nonostante la Valnontey sia una delle zone più frequentate della valle di Cogne, basta addentrarsi all’interno del vallone per poter respirare appieno la wilderness del parco: boschetti e radure si alternano e permettono di osservare facilmente, soprattutto in primavera, gli animali selvatici al pascolo.

Modello: EGS
Categoria: Scuole

Ti suggeriamo anche:



Neve e Natura nel Parco ...

Giornata Orienteering ne...

Lungo la Via Francigena...

Soggiorno Parco Gran Par...